La rinascita

Domenico Nordio
Go to content

La rinascita

Domenico Nordio
26 October 2020
Concedetemi ‘sto post autocelebrativo, dai, stamattina ne ho voglia.

Il mese scorso ero praticamente sul letto di morte; ieri ho fatto il primo concerto post covid senza particolari scossoni: mi sa che l’ora della mia dipartita musicale non è ancora giunta!

Imbracciare il violino mi regolarizza la respirazione, che è accorciata a causa della ridotta capacità polmonare, ormai irreversibile; azionare i soliti meccanismi di controllo strumentale mi aiuta tantissimo. E poi fin da piccolo mi hanno educato a sfruttare ogni risorsa psicofisica, così in palcoscenico riesco a mantenere alta la concentrazione anche nei momenti di oggettiva difficoltà.

È capitato quando ho dovuto affrontare il periodo delle terapie per il melanoma, è capitato dopo l’ictus e la perdita del lato sinistro della mia faccia ed è capitato anche ieri. Sotto questo aspetto gli insegnamenti di Michele Auclair sono stati davvero strepitosi: come trasformare un relitto in una nave da guerra.

Ollà.

(Devo dire la verità, durante lo strimpellamento ero più preoccupato per mia moglie che, ancora convalescente e psicologicamente provata dalla bruttissima malattia, ha avuto il fegato di assistere a un concerto emotivamente rischioso. Ho temuto che non reggesse lo stress e invece ha addirittura scattato qualche foto: son contento, pian piano si sta riprendendo anche lei).




ILLIBRONERO
DIUNOSTRIMPELLATORE

© DOMENICO NORDIO, 2022
RIPRODUZIONE RISERVATA
Back to content